11 ottobre 2009

PROTAGONISTI | Due Mosche Bianche - Ago Filo e Creatività


Prendi una città di mare ligure come Albissola Marina, nota per la sua passeggiata degli artisti, quasi un chilometro di mosaico realizzato da venti artisti tra cui Lucio Fontana, Carlos Carlè e Leonardo Leoncillo, mettici due giovani creatrici di moda, due esordienti fashion designer, una italiana, Stefana Fatta, l’altra ucraina di Sevastopol, Anya Konhokova.
Due amiche che si incontrano in uno storico atelier di moda dove lavorano, e intraprendono il loro sodalizio professionale avviando una società e aprendo il loro primo laboratorio sartoriale e show room tra i carrugi di Albissola.
Due Mosche Bianche, due mondi diversi che si legano ad uno stesso percorso creativo professionale.
Uno stile che evoca un mito d’oltralpe, Coco Chanel, e anche uno italianissimo come Elsa Schiapparelli, due successioni nel tempo, un liet motiv crescente legato alle tradizioni ed al bon ton, con lo sguardo rivolto al futuro, al contemporaneo, a Jhon Galliano e a Mary Quant, per ritornare a viaggiare tra i carrugi delle vecchie sartorie genovesi citando le sorelle Sobrero.
L’attenzione rivolta all’artigianale, al made in Italy, al fatto a mano, si lega a doppio filo alla creatività, alla ricerca di nuove ispirazioni, alla comunicazione tra varie espressioni artistiche.


Le Due Mosche Bianche è un atelier che crea prêt-à-porter e abiti su misura, coniuga la moda all’interior design quando scelgono di affidare la realizzazione del loro show room ad uno studio di designer di Genova, Grooppo.org.
Un contenitore collettivo nato fuori dalla facoltà di architettura genovese, che raduna cinque giovani designer. La scelta del palindromo grooppo.org, che cita il web e gli Stereolab, sottolinea la volontà di muoversi al confine tra l'architettura e la comunicazione, tra la percezione sociale degli oggetti e l'identificazione soggettiva attraverso le tecnologie, lavorando su progetti dalla caratteristica impronta multimediale. Più che una sigla è un programma di intenti, giocoso e plurale come la visione del mondo che i cinque attuali membri hanno.

Insomma in questo scorcio di Riviera Ligure di Ponente, le Due Mosche Bianche, Stefania e Anya hanno piantato le loro radici, In Direzione Ostinata e Contraria, tanto per citare un genovese DOC, rispetto al resto del mondo che insegue le capitali della moda, ma pronte ad inseguire forbici in mano qualunque spunto creativo che le faccia volare.



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

2 commenti :

  1. ragazze siete forti!!!!

    RispondiElimina
  2. Anche molto carine oltretutto!
    Ciao
    Marco

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?