15 marzo 2010

DESIGN | Carta: la nuova frontiera del design eco-sostenibile


Una nuova filosofia verde: è quella che sembra stia influenzando oggi sempre di più le aziende italiane. E all'interno di questa tendenza la carte sembra giocare un ruolo da protagonista: a qualche tempo infatti sempre più brand fanno ricorso alla carta e al cartone riciclati come materie prime da utilizzare per arredi e allestimenti nei propri punti vendita. Emblematico il caso di Manas, azienda calzaturiera marchigiana, che, supportata dall'innovativo Oliviero Toscani, ha dato vita ad un vero e proprio negozio di cartone. Ad oggi ne sono presenti cinque in Italia e due a Pechino. Altri esempi esempi di questo slancio eco-sostenibile sono Malerba, marchio storico dell'intimo, che ha aperto 10 punti vendita arredati con espositori ricavato dal riciclo di cartoni da imballaggio, e Mandarina Duck, che ha invece inaugurato un concept store a Milano realizzato anch'esso con cartone, il tutto all'insegna della leggerezza e della funzionalità.


D'altra parte che la carta fosse un materiale estremamente duttile e innovativo in termini di progettazione e design era già parso evidente in occasione della mostra "Gioielli di Carta", che si è tenuta lo scorso autunno alla Triennale di Milano, grazie al contributo determinante di Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica: dalle atmosfere rarefatte degli origami di Nobuko Murukami all'eleganza dei plissè di Syvanoia e Daniele Papuli, sino alle creazioni concettuali di Maierhofer, tutto sembra suggerire un'idea nuova di preziosità, basata non tanto sull'uso di determinati materiali, quanto sul progetto stesso.

1 commento :

  1. ELOGIO DEL CARTONE
    Disegni a matita di David Booker
    mostra promossa dall'Assessorato al Turismo del Comune di Fabriano
    Museo della Carta e della Filigrana, ex convento di San Domenico
    Dal 13 ottobre al 18 novembre 2012

    La mostra è ospitata nelle Sale espositive del Museo ed è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18. Chiuso il Lunedì e il 1° Novembre.

    Ingresso libero per l'aperitivo inaugurale sabato 13 Ottobre 2012 dalle 18.15

    ------------------------------------------

    Scatole, cartoni e imballaggi recuperati sono ancora al centro delle nuove opere di David Booker esposte al Museo della Carta e della Filigrana per celebrare la bellezza misteriosa del cartone e la predilezione di David Booker per la carta fatta a mano di Fabriano.

    “I disegni di David Booker ritraggono scatole ed imballaggi usati, che tolti dal loro contesto d'uso e messi al centro dello sguardo sono d'invito allo stupore per la complessità e la ricchezza  del dialogo tra la luce ed un materiale tanto semplice e povero, quanto prezioso perchè amico dell'ambiente: il cartone.”

    Del cartone di solito si apprezza l'aspetto pratico, ma in queste composizioni ne viene svelata l'intrinseca bellezza. L'intreccio del disegno e le sfumature esaltate dalla diversa consistenza della carta di Fabriano modula la luce, crea i volumi e rende ricche di personalità queste semplici composizioni di cartoni e scatole che David Booker ha recuperato dai contenitori del riciclo.

    I grandi disegni a matita esposti a Fabriano, sono i più recenti tra le opere della serie “Elogio del Cartone” di cui David Booker ha esposto un anteprima ad Urbania in occasione del Festival della Felicità 2012 organizzato dalla Provincia di Pesaro e Urbino.

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?