8 luglio 2011

ARCHITETTURA | Zaha Hadid Guangzhou Opera House

Zaha Hadid è la protagonista del progetto Guangzhou Opera House in Cina, un progetto al limite del reale.

Il vocabolario formale, dinamicamente espressivo, di Zaha Hadid viene riproposto anche nel progetto dell'Opera House, in Cina. Questo edificio è innovativo sia in termini di architettura, sia di tecnologia teatrale ed è stato costruito a Guangzhou, città nel sud della Cina (la terza città più grande della Cina). La struttura, divisa in due parti che comprende il Grande Teatro da 1.800 posti e l'adiacente hall multifunzionale da 400 posti, vuole essere una nuova pietra miliare dal punto di vista culturale sull'isola del parco turistico di Haixinsha, sul delta del fiume Pearl. L'edificio progettato da Zaha Hadid vuole anche essere un simbolo sia del nuovo distretto degli affari “Zhu Jiang” di Guangzhou, che del progredire dello status della Cina nel nuovo millennio.
Non ci sono angoli retti, pareti e soffitti sono inclinati e la forma dei percorsi riservati al pubblico è tale da farli confluire l’uno nell'altro.
L’effetto “drammatico” dell’interior design è spettacolare. Le nicchie nelle pareti, le linee prospettiche dall'area d'ingresso e il modo in cui l'edificio si apre, sono tutti elementi utilizzati per giocare con la percezione che i visitatori hanno dello spazio.
HI-MACS® è il materiale a superficie solida che, grazie alla sua malleabilità termoplastica, al suo rispetto per l’ambiente e alla sua eccellente stabilità, si adatta in modo ideale all’eccezionale vocabolario formale dell’architetto ed è stato, quindi, il fulcro di tutto il progetto.
Zaha Hadid aveva tra l’altro già usato questo materiale per la progettazione degli interni dell'Hotel Puerta América a Madrid. Solo un piano, gli altri piani erano stati destinati alle matite di altri architetti dello stesso calibro. 
---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?