1 settembre 2011

INTERVISTA | Antonella Pagano, seguire le tendenze in modo personale



Chi c'è dietro il tuo blog? Chi sei/siete?
Salve a tutti, sono Antonella Pagano, ho 19 anni e vivo in provincia di Bari. Sono una studentessa a tempo pieno e in questi giorni sono alle prese con lo studio per i fatidici test d’ingresso all’Università. Ho un blog, aperto lo scorso novembre, ma non è la mia sola occupazione: amo scrivere e per ben tre anni ho diretto il giornale d’istituto del mio Liceo. Amo cantare (ho frequentato una scuola di canto per un paio d’anni) e la musica, assieme al modo di vestire, è un mezzo per esprimere come sono, chi sono e cosa mi piace.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
In realtà, ho sempre seguito i nuovi trend e compro riviste di moda da tempo immemore (infatti ho così poco spazio che non so più dove metterle xD). Ma solo ultimamente ho avuto il coraggio di creare un blog per condividere questa mia passione. Passione che ho scoperto hanno tante altre persone come me.

Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
Sinceramente credo sia qualcosa di innato, una sorta di gene xD Scherzi a parte, penso che le donne amino indossare scarpe o magari collezionarle perché sono l’accessorio più femminile che ci sia. Quel tocco in più che, con un po’ di buon gusto e senza esagerare mai, ci rende perfette e in un certo senso parla anche di noi, di come siamo fatte e di cosa amiamo.

Qual è il tuo modello preferito e perché?
Io personalmente amo le ballerine, di tutti i tipi: sono comode e per tutti i giorni vanno benissimo: ne ho tantissime, da quelle più eleganti per la sera a quelle sportive e colorate per il giorno. D’inverno amo indossare anche gli stivali, sono comodi e caldi (potete vederne due paia del mio guardaroba) e adoro anche le Converse (per quest’inverno ne sto cercando un paio con la fantasia leopardata) Ma quando si tratta di un evento importante, non rinuncio mai al tacco 12 xD

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
Eccetto per le ballerine (ne vado pazza, l’avrete capito), non ho molte paia di scarpe perché preferisco comprare delle scarpe di buona qualità, magari anche spendendo un po’ di più, ma che mi possano durare nel tempo. Per questo motivo, raramente compro scarpe molto particolari che poi magari passano di moda o non riesco più ad abbinare: preferisco un bel paio di scarpe neutre e semplici da poter abbinare su tutto e sempre.

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
Innanzitutto, la comodità. Assolutamente: odio andare in giro e magari non riuscire a camminare per delle scarpe non comode. Come ho già detto, preferisco colori basici e modelli semplici. Naturalmente se c’è qualcosa di particolare che mi colpisce, non esito a infilarmi nel negozio e comprare!

Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
Sono direttamente proporzionali, assolutamente: quello che si indossa rispecchia esattamente lo stato d’animo del momento. Ad esempio, quando non ho voglia di fare niente e sono un po’ già di morale, mi infilo la prima cosa che trovo e naturalmente le scarpe devono essere comode, assolutamente anonime.


Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Si, d’inverno preferisco il nero, che facilmente si abbina su tutto o il blu scuro. D’estate amo i sandali (alti o bassi che siano) bianchi o beige che stanno benissimo anche con l’abbronzatura. Invece amo i colori per le mie amate Converse!

Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
Sicuramente l’altissima qualità dei prodotti utilizzati per la creazione delle scarpe italiane: siamo famosi per la nostra grande qualità e il fatto che ancora ci sono molti artigiani che le scarpe le fanno a mano e su misura non può che farci onore.

È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
Certamente. Saper indossare bene una scarpa con il tacco e saperci camminare bene (senza sembrare qualcuno che sta per scivolare su una buccia di banana) non fa altro che dare un tocco di femminilità e sensualità a chi le indossa.

Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
Di certo scelgo le scarpe in base all’umore: se è una giornata NO, non indosso un tacco 12.

Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?
Beh, se pensate al cinema, con le scarpe le attrici trasmettono anche la personalità del personaggio che interpretano: ad esempio, vi ricordate Sandra Bullock in Ricatto D’amore? Bene, lei una donna d’affari senza scrupoli non poteva non indossare un paio di super-altissime Louboutin.

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
Le ultime sfilate prevedono scarpe estrose e che di certo non passano inosservate: come vi ho già detto sto cercando queste Converse leopardate, ma sto cercando anche una scarpa particolare per quest’inverno. Non so ancora cosa comprare, vedrò le vetrine e sarà mio quello che mi colpirà!

Link dove è possibile seguirti?
Potete seguirmi sul mio blog, http://theitaliancarriebradshaw.blogspot.com/ e potete anche visitare e diventare fan della mia pagina facebook http://www.facebook.com/pages/The-Italian-Carrie-Bradshaw/167138553317716

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
Quello che penso è che le scarpe sono sempre un accessorio per esprimere chi siamo e cosa amiamo: ergo, seguiamo le nuove tendenze, ma cerchiamo di farlo in modo tutto personale. Non compriamo scarpe solo perché “ce l’hanno tutte” o perché sono firmate da chissà quale casa di moda. Compriamole perché piacciono a noi e ci stanno bene!

---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?