4 settembre 2011

INTERVISTA | Debora Corvino per Glamorous Circus, le scarpe made in Italy sono poche e care

Chi c'è dietro il tuo blog? Chi sei/siete?
Chi sono? Sono una qualunque con qualcosa di speciale!
Mi chiamo Debora, nata a Prato, in Toscana ma felicissima di vivere a Milano.
Sono appassionata di moda, fotografia e della vita in generale....
Ho lo stipendio di un italiano medio, un mutuo da pagare e non ho genitori che mi mantengono... Ma cerco di non farmi mancare mai niente...
Lavoro da 4 anni come stilista per le seconde Linee da Krizia, marchio storico per eccellenza.
Lavorando per qualcun altro non hai mai tempo per esprimere il tuo vero stile e quindi, circa un anno fa, ho deciso di far nascere Glamorous Circus, un blog che più che parlare di moda, la mostra.
Infatti non mi piace molto scrivere ma pubblico molte foto tratte da riviste e da internet.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
Da quando mi hanno regalato la prima Barbie... E da lì ho cominciato a capire quant'è bello vestire le donne!

Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
Perchè la scarpa giusta può rendere speciale anche il più banale dei vestiti!

Qual è il tuo modello preferito e perché?
Adoro le scarpe con tacco alto (minimo 12 cm) e plateaux, sono comodissime e puoi portarle tutto il giorno senza stancarti.

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
Ovviamente preferirei averne tante e di qualità... Ma opto per una buona via di mezzo, si trovano scarpe a prezzi ottimi e di qualità.
Il max che ho speso per una scarpa è stato 200€ ma di solito spendo dai 30 agli 80€.
Il periodo migliore per comprare ovviamente sono i saldi!
Purtroppo ho necessità di comprare tante scarpe, sono un tipo a cui piace cambiare spesso!

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
Altezza, particolarità, comodità... Di solito opto per modelli very aggressive!

Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
Molto stretto... Sai quando capitano quelle giornate in cui non hai voglia di vestirti e vedi tutto grigio?
Bhè io mi metto un bello stivaletto con il tacco o un cuissardes e riprendo la grinta... Camminare sui tacchi, inevitabilmente ti rende piu' sensuale e femminile e hai un atteggiamento diverso verso gli altri e viceversa... Lo stesso non si può dire se ti metti su una sneakers!

Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Sì il nero... Anche se molti colori neutri stanno facendo capolino... Ma sto cercando di incominciare ad inserire qualche colore forte... prossimo acquisto magari nel colore verde smeraldo o blu elettrico.

Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
Ovviamente sta nella tecnica di lavorazione e nella qualità della pelle... Ma ormai le made in Italy sono veramente poche e si fanno pagare care.

È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
Certo! come ho detto prima, la scarpa influenza l'umore e perciò una bella decoltè o uno stivaletto stringato tacco 15 ti rendono inevitabilmente una pantera nel modo di camminare e quindi anche nell'atteggiamento... Ovviamente sempre che una ci sappia camminare!

Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
Spesso mi capita di scegliere prima le scarpe che mi voglio mettere e dopo l'outfit... Non ho un criterio ben preciso vedo quello che sta bene...

Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?
Da quando sono state create le scarpe hanno sempre avuto un ruolo importante in qualsiasi settore...
Rispecchiano molto il tipo di persona che le indossa, percio' in campi come il cinema, fumetti o letteratura sono fondamentali per completare il profilo del personaggio.Si pensi solo alla notorietà che ha avuto la scarpa di Cenerentola!
Per quanto riguarda il design, ormai ci sono delle calzature che sono veramente delle opere d'arte!

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
La prossima scarpa che comprero' sarà quella del mio matrimonio (mi sposerò il 30 giugno 2012)... mi sono imputata che mi devo prendere una Louboutin glitterata.

Link dove è possibile seguirti?
blog http://glamorouscircusblog.blogspot.com
facebook http://www.facebook.com/pages/Glamorous-Circus
fashiolista http://www.fashiolista.com/style/debra210000
lookbook http://lookbook.nu/debra210000
chictopia http://www.chictopia.com/DeboraCorvino

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
La scarpa non è un accessorio ma un mezzo di espressione dell'individualità di chi sceglie di indossarla.
---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

2 commenti :

  1. ciao,

    sono di parte lo confesso ....non porto MAI i tacchi, ma non sono assolutamente d'accordo sul potere seduttivo di un tacco...... sarà che sempre più spesso si vedono gentili donzelle che pensano appunto che basti un tacco 12 per garantirsi la seduzione , quando invece molto, ma molto spesso sono così ridicole con queste gambe cortine e magari grassoccie e questo tacco assolutamente fuori luogo.....
    vorrei cantare come Ramazzotti..." se bastasse una sola canzone ..... se bastasse un tacco 12 ....!!!"

    ave

    RispondiElimina
  2. ahahhah si è vero, non sempre il tacco fa miracoli..!!
    xoxo
    Debora

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?