5 settembre 2011

INTERVISTA | Francesco Balestri: "Il successo delle scarpe è stato incoraggiato da numerosi telefilm"

Ph. Carolina Engle per The man inside of me
Chi c'è dietro il tuo blog? Chi sei/siete?
Mi chiamo Francesco Balestri e sono nato 27 anni fa a Firenze e subito trasferito a Livorno con la mia famiglia. Ma Firenze mi è sempre rimasta nel cuore. Nel mio background c’è un Istituto Tecnico che mi ha permesso di affinare la mia tecnica di disegno e acquisire dimestichezza con gli strumenti, tutte cose che adesso mi tornano utili per la scuola di modellista di moda che sto frequentando. La speranza è quella di poter insegnare ad altri appassionati come me.
Il mio stile è semplice. Cerco sempre di indossare quello che mi fa sentire bene con me stesso, non sono quasi mai stravagante, cerco sempre di eavere rispetto per me e per chi mi sta vicino.
Quando non mi dedico al blog scrivo di moda per una rivista locale. L’altro mio grande interesse è il teatro. Calco le scene da più di dieci anni e questo mi ha permesso di venire a contatto con un sacco di nuovi amici e realtà che prima non conoscevo.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
Sono quasi 5 anni. Ho iniziato ad interessarmi alla moda sempre grazie al teatro. Capitava spesos di dover mettere mano ai costumi, adattarli, cucirli o smontarli per farli sembrare altro, così ho iniziato a vedere sfilate e leggere un sacco per avere sempre idee nuove. Tutto ciò è convogliato in themaninsideofme.com e nel corso di modellista.

Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
Senza dubbio perché rispetto a noi maschietti hanno molta più varietà di scelta e possono quindi adattare ogni singolo paio di scarpe con un sacco di outfit. Il successo delle scarpe poi è stato incoraggiato dai numerosi telefilm che hanno fatto conoscere anche nel nostro paese nomi e marchi che prima non c’erano, assieme al gusto per il lusso e la voglia di apparire sempre al meglio.

Qual è il tuo modello preferito e perché?
I miei modelli preferiti sono le sneakers. Penso siano una tipologia di scarpa parecchio versatile, adatta sia alle occasioni mondane che a una serata tra amici. Un pensiero in meno quando ci troviamo di fronte all’armadio e dobbiamo scegliere!
Per le donne indubbiamente i tacchi, ma non eccessivamente alti. Dobbiamo si apparire al meglio, ma non sopporto chi indossa cose sapendo che dovrà soffrire le pene dell’inferno oppure cercare un posto a sedere ogni cinque minuti.
La moda deve essere piacere e divertimento non sofferenza e fastidio.

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
Trattandosi di scarpe ho non so mai cosa rispondere al riguardo. Preferisco risparmiare se posso. L’uso che faccio io delle scarpe sarebbe il medesimo, quindi preferisco delle scarpe meno pregiate ma in cui sto comodo e tranquillo piuttosto che scarpe pregiatissime a cui devo stare sempre attento che non si rovinino.

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
Devono piacermi a colpo d’occhio. C’è chi decide di comprarle solo dopo averle provate. A me devono prima piacere per l’estetica, se passano questo passaggio allora entro a provarle. Poi c’è la comodità è ovvio. Ma una delle caratteristiche che per me vale è che devono essere di buona fattura, non devono cioè sembrare dei giocattoli più grandi. Devono farmaci immaginare dentro…magari mentre sto correndo!

Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
Enorme. In base allo stile e al colore il nostro umore più cambiare e di conseguenza il modo in cui possiamo affrontare anche la giornata più faticosa. Sapendo di avere ai piedi qualcosa che ci piace molto tutto risulta più leggero! Quindi largo ai colori…anche in inverno!

Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Ce ne sono due. Il nero e il grigio.

Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
Senz’altro la fattura artigianale e la morbidezza.

È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
Cercando di non averle ai piedi. Senza cioè dargli troppo risalto, ma solo sapendo che ci sono e che faranno comunque il loro lavoro!

Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
In genere scelgo delle scarpe versatili e sfruttabili al massimo. Taglio e colore che in genere si accorda a quello che ho in modo da essere in perfetta armonia.

Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
Prevedo un costante ritorno al passato, sia per i colori che per gli stili.

Link dove è possibile seguirti?
Il mio sito è questo: www.themaninsideofme.com
Nella sezione contatti ci sono anche gli altri link.

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
Spero che in futuro anche noi uomini potremo avere scarpe dalla forma e dallo stile più creativo e staccarci dai tagli classicheggianti. C’è bisogno di aria fresca!
---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

1 commento :

  1. Ciao io sono così felice che ho trovato il vostro blog. Grazie per questo grande informazione che si desidera condividere con noi!

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?