5 settembre 2011

INTERVISTA | Karolina Gendek: "Le calzature italiane? La qualità della pelle è fantastica, la lavorazione a mano di qualità stupenda"

Chi c'è dietro il tuo blog? Chi sei/siete?
Mi chiamo Karolina Gendek. Per anni ho lavorato come fashion stylist in Polonia (ho collaborato con MTV Poland, MTV HD, varie riviste di moda, ho realizzato i costumi per le pubblicità di Nespresso, Playstation e Motorola). Dopo ho tradito la moda con... Un ragazzo italiano. Mi sono trasferita per amore a Roma, ma la mia passione cercava uno sfogo. Così ho avuto l'idea di aprire il mio blog K come Karolina, nato dalla vera passione per la moda, ideato per non perdere il contatto con il fashion system, ma anche per dare a mia madre uno strumento di controllo (così non si doveva più preoccupare se mangio bene o se sono dimagrita troppo).
In modo molto leggero e, a volte, ironico, scrivo sulla moda, sugli ultimi trend, sullo shopping, sui miei sogni e le mie avventure nella Città Eterna.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
La risposta: da sempre è troppo scontata, ma in modo inconscio è stato così. Basta chiedere a mia madre di raccontare le infinite battaglie che facevamo per scegliere le scarpe da comprare quando avevo cinque anni. Già allora mia madre odiava lo shopping con me - sceglievo le cose più costose e scomode, ma belle. Da adulta e pienamente cosciente ho scelto di far diventare moda il mio lavoro e non mi sono mai pentita di questa scelta che per molti sembrava troppo rischiosa.

Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
Perché nessun altro accessorio o capo di abbigliamento riesce ad alterare le nostre emozioni. Se metti uno stiletto, anche durante la giornata più deprimente, ti senti un'altra, più sexy, più interessante, più energetica. Le scarpe sono come le nostre "pillole di felicità", un prozac senza effetti collaterali (beh, se non contiamo il dimagrimento del nostro portafogli ovviamente).

Qual è il tuo modello preferito e perché?
Adoro lo stiletto, è sempre un amore a prima vista che non muore mai, ma per le giornate piene di impegni, qua a Roma, scelgo le zeppe. I sampietrini sono i veri assassini dei tacci alti e ho rovinato troppe paia preferite sulle strade di Roma. Mi dovevo adattare.

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
Preferirei possedere tante paia di scarpe pregiate, ma il mio portafoglio preferisce poche scarpe a prezzo contenuto. Il mio armadio non è così pieno come quello di Carrie di Sex and The City, però ultimamente comincia ad allargarsi. Cerco sempre le scarpe di qualità ma che non siano troppo costose, non sempre ci riesco, ma ci provo...

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
Design, colori, qualità di pelle, tante cose… Ma è sempre un amore a prima vista: o m’innamoro e compro o niente. Succede sempre così - è una cosa intuitiva. Solo dopo cerco mille motivi "perché ho comprato un nuovo paio" per convincere il mio ragazzo che era una decisione saggia e un nuovo paio di scarpe (secondo lui identiche ad almeno altre cinque già in mio possesso) era assolutamente necessario.

Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
È il mio prozac!

Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Rosso, nero e giallo.

Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
La qualità della pelle è fantastica, la lavorazione a mano di qualità stupenda. Adoro la pelle italiana - è così morbida.

È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
Oh! Ma che domanda! E' semplicissimo - chiedi a qualsiasi uomo se la donna nei tacchi non è sensuale! Perciò basta un tacco sui piedi e diventiamo tutte un po' Monica Bellucci!

Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
Il criterio principale, se non addirittura unico, è il mio umore nel momento in cui mi alzo la mattina e mi metto davanti all'armadio contemplando il caos dentro. Il più semplice outfit magliettina+jeans cambia carattere se abbinato ai tacci, alle ballerine o alle converse e si adatta al nostro umore. Non scelgo le scarpe adatte all'outfit ma al mio umore.

Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?
La domanda dovrebbe essere: in quale settore legato alla creatività le scarpe non hanno un ruolo importante? Risposta: nessuno.

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
La tendenza attuale è di far diventare "il comodo" più glamour, guarda le sneakers tutte in glitter di questa stagione. Penso che andremo in questa direzione ancora per un po'.

Link dove è possibile seguirti?
BLOG: http://kcomekarolina.blogspot.com/
EMAIL ME at: kcomekarolina@gmail.com
BLOGLOVIN: http://www.bloglovin.com/blog/1746093/k-come-karolina
FACEBOOK: http://www.facebook.com/#!/pages/k-come-karolina/118921754795495
TWITTER: http://twitter.com/#!/kcomekarolina
LOOKBOOK: http://lookbook.nu/user/169671-K-Come-Karolina-K

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
"I miei soldi li voglio là, dove li posso vedere: tutti nel mio armadio!"

---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?