5 settembre 2011

INTERVISTA | Luca Rolandi per Be-Yes: "Le donne apprezzano le scarpe perché risaltano la femminilità"

Il progetto Be-Yes è un progetto creato e sviluppato da Luca Rolandi con l'aiuto saltuario di alcuni fotografi, che lo aiutano negli scatti durante le Settimane della Moda e i party a cui Be-Yes prende parte. Il Blog nasce a gennaio 2011 a Milano e  subito si prefigge mete ambiziose compresa quella di congiungersi con gli obiettivi lavorativi del suo fondatore che produce abbigliamento. La politica del blog è semplice ovvero quella di suggerire ai propri lettori prodotti, marchi, siti internet, riviste , letture e notizie di carattere informativo sulla moda. Troppo spesso siamo attenti solo a ciò che ci viene detto di guardare. Be-Yes intende guardare in ogni direzione senza distinzione avendo cura di guardare ciò che effettivamente è YE'S.  La passione per la moda e le sue tendenze sono sempre state parte integrante del mio percorso formativo sin da quando dagli anni dell'Università aprii con due miei amici un marchio di abbigliamento. Coltivandola negli anni, questa passione è diventata la mia occupazione primaria, e il blog è diventato parte integrante. E' difficile dire cosa faccia quando non mi occupo del blog perché la mia vita è un continuo osservare e giudicare ciò che vivo ed osservo intorno a me anche quando sono lontano dal mio computer. Comunque vivo di sport e di viaggi e soprattutto cene lontano da casa. Per chi ha voglia di seguire il Blog si può connettere a:
Be-yes.blogspot.com - Facebook be-yes blogspot - Twitter be-yes

Penso che l'attenzione sempre maggiore per le scarpe derivi dal fatto che negli ultimi anni il look è condizionato sempre più dagli accessori e le scarpe di conseguenza hanno risentito positivamente di questo accresciuto interesse. Le donne le apprezzano perché risaltano la femminilità e perché sono rimaste l'elemento  predominante della loro sensualità, e della loro femminilità. Non a caso abbiamo assistito nelle ultime sfilate Uomo a proposte di gonne anche per Lui e a gonne pantaloni che se associate all'uso sempre più consueto e abitudinario di pantaloni e tute per Lei avvicinano sempre più il look femminile a quello maschile. E' ovvio pensare che la scarpa col tacco stia sempre più emergendo come emblema della propria sessualità. La scarpa deve completare o colpire, non ci sono vie di mezzo.
Deve concludere in maniera rigorosa un look secondo le regole di cromia ed eleganza oppure deve rompere con ciò che gli è sopra. Dipende dall'umore e dalla personalità di una donna. Uno dei maestri della calzatura italiana, Casare Casadei, definisce la scarpa" come l'espressione e la sublimazione del proprio umore". Io lo condivido in pieno. Se si chiede ad una donna se preferisca poche scarpe care a tante a basso costo quasi tutte risponderanno tante care; quante poi si lascino andare a questa pratica non so dirlo. Credo che aprendo la scarpiera di ciascuna, compresa la ragazza che mi aiuta nella scelta dei post riferiti alle scarpe, si trovi il contrario. Credo che nella realtà, lo spirito di acquistare ogni tanto qualche scarpa alla moda in qualche magazzino o in qualche bancarella, prevalga sempre. Di sicuro c'è sempre  più la consapevolezza dell'acquisto. Le scarpe prodotte in Italia hanno un valore aggiunto che viene percepito sempre e che viene anche giustificato nel prezzo. Al contrario una donna sa sempre più riconoscere un brutto affare e riesce anche a evitarlo. Il mondo in cui la scarpa viene maggiormente percepita e sottolineata è sicuramente il mondo del cinema.
Le inquadrature, la ricerca di elementi sensuali, la cura e l'attenzione per i dettagli nonché la possibilità di osare rendono il cinema il palcoscenico primario per la scarpa. Tendenze future per la scarpa non ne vedo  all'orizzonte visto che ormai si è osato e inventato tanto negli ultimi anni. Credo piuttosto che possano cambiare le abitudini della donna in fatto di calzature. Non più tacco alto il week end o nelle uscite serali, ma anche per le uscite più semplici e magari anche per fare la spesa quotidiana. Il modello preferito? la classica decollate a tacco vertiginoso nera.
---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?