5 settembre 2011

INTERVISTA | Maria Teresa Mansueto: "L’estetica della scarpa è al primo posto"

Chi c'è dietro il tuo blog? Chi sei/siete?
Dietro il mio blog ci sono io, me e me stessa che si identificano in un solo nome Maria Teresa Mansueto. Sono di Foggia e per il momento vivo ancora qui. A luglio ho conseguito il diploma di laurea in Scienze della Mediazione Linguistica e spero che ciò per cui ho studiato mi dia da vivere anche se ho gli orizzonti aperti. Oltre alla moda, adoro la fotografia e sono spesso in compagnia della mia BIMBA, la mia reflex, anche se diciamocelo, le refrex, in generale, non sono poi così leggere e piccole da portare con se, però per amore e passione si fa qualsiasi cosa. Il mio blog l’ho aperto da qualche mese all’inizio ero molto attiva e avevo mille idee da proporre ai miei followers ma con gli ultimi esami, la tesi da preparare e il lavoro, ho dovuto purtroppo rallentare i ritmi; ma ora conto di ritornare alla carica anche perché il mio ultimo viaggio in Spagna mi ha riempito di idee!!! Il mio style? Non ne ho uno in particolare, lo adatto al mio umore, alle ore della giornata e all’evento. Di certo non sono una che esce per fare la spesa con i tacco 12 e la minigonna. Preferisco sandali bassi e shorts. Ne tanto meno vado in spiaggia con gli zoccoli alti che poi affondano nella sabbia. Sono una più da flip flop, semplici, leggeri e tutti colorati. I tacconi li riservo per la movida notturna.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
Credo che la mia passione per la moda sia nata con me. Rispolverando i miei primissimi ricordi, mi ricordo di essere sempre impazzita per i vestiti e gli accessori di mia madre. Di certo però non sarò stata l’unica bambina che cercava di camminare per casa con le scarpe tre volte grandi della propria madre. Perciò credo che l’interesse per la moda in una donna nasca nello stesso momento in cui la propria madre venga a sapere il sesso del futuro nascituro che ha in grembo. Perché è proprio in quel momento che le mamma iniziano a impazzire sui vestititi e le scarpine da comprargli, ed essendo feto e madre collegati dal cordone ombelicale è inevitabile, che oltre agli alimenti, arrivino anche i pensieri e le manie!

Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
L’amore per le scarpe nasce perché a seconda del tipo di scarpa una donna si sente e appare in maniera diversa.

Qual è il tuo modello preferito e perché?
Dico sempre che devo comprarmi scarpe comode e basse, ma finisco sempre per comprare scarpe alte e, ahimè doloranti.

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
Dato il mio stato di studentessa universitaria e di squattrinata commessa mi è praticamente impossibile comprare delle scarpa dal costo piuttosto alto perciò punto a qualcosa dal prezzo ragionevole che prima di tutto non mi fa piangere litri di lacrime se si danneggiano o non vanno più di moda e avendo un costo relativamente basso mi permette di comprare più modelli.

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
L’unica cosa che guardo quanto compro un paio di scarpe e come calzano al mio piede. L’estetica è al primo posto. Anche se poi, a volte, capita di aver fatto un determinato acquisto perché magari si fossi stata un po’ più ragionevole e prudente avrei preso qualcosa, magari, di più comodo e pratico.

Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
E’ un fifty-fifty. Ma non solo per quanto riguarda la calzatura. Anche per la scelta di un outfit o di un accessorio.

Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Nero. E’ il colore dell’eleganza per eccellenza!

Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
L’utilizzo indiscusso di ottimi materiali e la pregiata manifattura. Amo le scarpe italiane perché hanno un profumo tutto loro, soprattutto quando sono di pelle. Adoro l’odore della pelle e del cuoio!

È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
Non importa cosa tu abbia indosso. Non c’è bisogno di una mini e ne tanto meno di una scollatura esagerata. Basta un tacco 12 con un lieve ondeggiamento dei fianchi e il gioco è fatto.

Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
In base ai modelli che ho nell’armadio e a quello che vedo su riviste e blog di moda.

Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?
Uno dei film dove le scarpe, come la moda, hanno un ruolo da quasi da protagonista sono quelli dedicati alla serie Sex and the City e anche I love Shopping oppure ancora Il Diavolo Veste Prada. Forse quest’ultimo è il più significativo soprattutto nella scena dove Anne Hathway indossa per la prima volta un favoloso paio di Chanel, E’ proprio quello il momento in cui la sua vita cambia.

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
La mia prossima calzatura? Saranno un paio di heels tutte chiuse o a fasce large con magari la open toe. Mi sono accorta di non aver neanche un modello così!

Link dove è possibile seguirti?
Sul mio blog che si chiama Fashionshower (http://ffashionsshower.blogspot.com/) e sulla sua relativa pagina Facebook
(http://www.facebook.com/pages/Fashionshower/192119780811032)

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
“Io non so chi abbia inventato i tacchi alti, ma tutte le donne devono loro molto”. (Marylin Monroe).

---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?