5 settembre 2011

INTERVISTA | Mimma Carbone: "Parti erotiche del nostro corpo vengono accentuate dalle scarpe"

"Mimma Carbone è una ragazza calabrese trapiantata a Firenze che sogna di vivere a New York. I suoi studi hanno intrapreso sempre le strade colorate ed eccentriche che portano verso l’arte, prima l’istituto d’arte sezione tessuto e poi l’università “Cultura e stilismo della moda”. Da piccola giocava con i fazzoletti di carta, li colorava e faceva vestitini per la barbie “cucendo” i pezzi con lo scoth.
Ha aperto il suo blog meno di un anno fa e non perché ha il dono della scrittura e neanche per pubblicare i suoi outfit, il suo blog  myfashionsketchbook.com nasce come album per i suoi figurini e illustrazioni di moda ma tra le pagine si possono trovare pezzetti di lei, pensieri  e consigli sul mondo della moda".
Di seguito le risposte che ha dato alle domande riguardo alle calzature.

Da quanto tempo ti interessi di moda?
Non so dirlo con esattezza, ma so che da quando la mia memoria ha iniziato a registrare, nella mia testa la moda era gia presente. Sono cresciuta in un negozio d’abbigliamento, a gestione familiare, quindi era lì che passavo il mio tempo, era lì che giocavo ed era lì che iniziavo a nutrire quelle che oggi sono le mie passioni.



Perché nelle donne c'è tutto questo amore per le scarpe?
Forse perché inconsciamente abbiamo bisogno di autonomia visto che il piede è il mezzo di trasporto per eccellenza oppure di dare un equilibrio alla nostra vita come il piede da equilibrio al corpo, quindi l’amore per le scarpe è il desiderio di soddisfare queste esigenze. Oppure semplicemente perché le scarpe hanno un fluido magico e magnetico che solo le donne percepiscono. Non esiste un vero perché.
La voglia di un bel paio di scarpe non conosce ragioni.

Qual è il tuo modello preferito e perché?
Amo le dècollètte dai tacchi alti mi sento più sicura di me e più carina, come dice il proverbio “altezza mezza bellezza”.  Ma come scarpa quotidiana quasi sempre preferisco gli stivali dal tacco basso.

Preferisci possedere tante paia di scarpe a un prezzo basso a discapito della qualità variando spesso oppure poche e di qualità pregiata?
La qualità è importante, camminare bene e in comodità ci rende la giornata più facile ma  nel momento in cui si ha un colpo di fulmine per un paio di scarpe cosa importa se la qualità è scarsa, in quel momento in testa abbiamo un unico pensiero: portarle a casa, siamo disposte anche a mettere il piede sotto tortura pur di averle! Ma sarebbe perfetto se nella stessa scarpa trovassimo sia qualità che prezzo basso.

Quali sono le caratteristiche che valuti nella scelta delle scarpe?
Sicuramente il design, a una bella scarpa non si può dir di no! Quante ne abbiamo senza averle mai messe e chissà quante ne compreremo che non metteremo mai, ci piacciano e vogliamo averle lì ad aspettare l’abito e il momento giusto per indossarle. Quando una scarpa ci colpisce esteticamente è come se ci avesse scelti prima lei quindi neanche ce li poniamo quelle domande che portano solitamente ad una scelta ma la vogliamo anche se non sarà il massimo della comodità e anche se il materiale non è dei migliori.


Che rapporto c'è tra scarpa e umore?
Dietro ogni delusione ci sono calzature nuove portate a casa. Scarpe come surrogato di qualcos’altro, acquistare è come guadagnarsi il buon umore per il resto della giornata e tutte noi  vogliamo essere felici.


Hai un colore che compare più frequentemente nella tua scarpiera?
Forse scarpe scure, ma è una cosa che dipende soprattutto dalle stagioni e dalle tendenze.


Qual è il valore aggiunto che percepisci nelle calzature italiane?
Sicuramente la qualità dei materiali.


È possibile esprimere la sensualità attraverso le scarpe? In che modo?
I tacchi alti, soprattutto a spillo, sono un ormai un must per chi vuole puntare sulla sensualità, slanciano la figura danno valore alle gambe, alle caviglie e al piede, parti erotiche del nostro corpo che vengono accentuate dalle scarpe.


Con quale criterio scegli le scarpe adatte ai tuoi outfit?
In realtà si scelgono prima le scarpe, perché la domanda che ci poniamo prima di vestirci è: “dove andiamo?”. Quindi se andiamo a lavorare abbiamo bisogno di scarpe comode e non altissime, e se andiamo ad una festa dobbiamo essere splendide quindi puntiamo sul tacco alto. Quando invece sono outfit esclusivamente per il blog  si pensa alla location e al tema che abbiamo scelto per l’abito, al colore e a quel particolare che nel vestito manca e che la scarpa lo completi.


Ti viene in mente qualche altro settore legato alla creatività (musica, fumetti, letteratura, cinema, design...) in cui le scarpe hanno un ruolo importante?

Siamo donne cresciute con Cenerentola, dimostrazione che un paio di scarpe possono cambiare la vita. La sua scarpetta, nella prima versione di Eliano, cantastorie romano del III secolo d.C., implicava l’identificazione tra la scarpa stessa e la persona che la indossa. Siamo delle vamp se indossiamo un tacco a spillo, siamo tipe “dure” se portiamo anfibi, siamo serie e professionali se portiamo i mocassini, ecc..

Quale sarà la tua prossima calzature oppure una tendenza futura che prevedi?
Adesso che l’estate sta finendo vorrei circondarmi di stivali nuovi.

Link dove è possibile seguirti?
www.myfashionsketchbook.com

Un pensiero sulle calzature per concludere l'intervista?
Va dove ti porta il cuore ma fallo con le scarpe giuste!
---
Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?