11 luglio 2013

INTERVISTA | Settimio Benedusi, sono le immagini che si scelgono da sole

Definire Settimio Benedusi un fotografo di moda sarebbe troppo riduttivo. Cerchiamo di conoscerlo meglio in questa intervista.
© Settimio Benedusi
A che età ti sei avvicinato alla fotografia?
Mi sono avvicinato alla fotografia a 12 anni.

Sei un’autodidatta oppure hai frequentato delle scuole, o seguito dei corsi?
Sono un autodidatta.

Il primo servizio importante che hai fatto?
Il primo che ho fatto a 12 anni! In fondo poi ho fatto sempre la stessa foto: noi siamo la nostra storia.
© Settimio Benedusi
Che rapporto hai con i tuoi modelli? Decidete insieme le pose o sei tu che li guidi?
I miei modelli possono fare tutto ciò che vogliono, dato che fanno sempre ciò che voglio io.

E per la scelta finale degli scatti? Li selezioni anche in base al gusto dei modelli o è una scelta prettamente personale?
Io non scelgo nulla, tanto meno i modelli: sono le immagini che si scelgono da sole.

Il servizio fotografico al quale sei più legato?
Quando fotografo il mare con il mio Iphone.
© Settimio Benedusi
In base a cosa scegli il luogo dove scattare?
In base alla storia che voglio e debbo raccontare. Io non scelgo nulla, è il luogo che sceglie me.

La situazione più particolare nella quale ti sei trovato a lavorare?
Tutte le situazioni sono particolari ed uniche, perché in tutte le situazioni scavo nella situazione più particolare ed unica di tutte: l'animo umano.

Tu hai lavorato con molte persone dello spettacolo, ricordi qualcuno che ti ha colpito particolarmente rispetto ad altri, magari per la sua simpatia o per la sua personalità?
Ho ottimi ricordi di tutti e tutte, perché ho portato tutti e tutte a fare un percorso insieme che ha inevitabilmente dato qualcosa.
© Settimio Benedusi
Hai mai rifiutato un lavoro che ti era stato commissionato? Se si, come mai?
Sì, mi capita spesso: quando so che il risultato non mi rappresenterà.

C’è uno stile di fotografia che preferisci particolarmente?
Lo stile della verità.

Un luogo dove ti senti particolarmente ispirato o che ti rilassa?
Il mare.
© Settimio Benedusi
Hai sperimentato nuove tecniche di fotografia che senti di condividere con chi ha la tua stessa passione?
Iphone.

A cosa t’ispiri per la realizzazione di un servizio fotografico?
Alla mia vita e alla mia cultura. Alle centinaia di libri/mostre/film visti e letti: senza essi non sarei nulla.

Hai un obiettivo al quale non sai rinunciare? Diciamo quello che porti sempre con te.
Il 50 mm. La normalità. La verità.
© Settimio Benedusi
Se dovessi descrivere la fotografia in una parola, quale sceglieresti?
Raccontare l'impalpabile (la mente) attraverso la concretezza (la realtà): due entità opposte magicamente riunite in un medesimo medium.

Dove e come ti vedi tra qualche anno? Ti sei prefissato un obiettivo da raggiungere?
Continuare come adesso per sempre sarebbe fantastico: il mio sogno è la mia realtà.

Un consiglio che ti senti di dare a tutti quelli che sognano di diventare fotografi professionisti?
Non guardate la televisione e leggete tanti libri.
© Settimio Benedusi
Link di riferimento

Stefania Belsito   

Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

3 commenti :

  1. l'ho visto al Photoshow ed è stato davvero molto simpatico ma non conoscevo i suoi lavori... sono rimasta folgorata, splendidi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, i suoi lavori sono stupendi...lui è un grande!!

      Elimina
    2. È un fotografo stupendo, come si fa a non apprezzarlo?

      Elimina

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?