25 luglio 2013

WHO ARE YOU | Veronica Salvini, lo specchio del tempo

Veronica Salvini vive a Brescia, anche se ha vissuto a Milano per un buon periodo lavorando come sarta di scena per il teatro d’opera italiano. Ora ha da pochissimo aperto un laboratorio sartoriale collaborando con creativi di ogni estrazione. Fotografa da quando era bambina, precisamente da quando suo padre le ha messo in mano una Yashica Electro 35 per fotografare le vacanze al mare in Liguria con la famiglia, macchina fotografica che ancor oggi utilizza. Ricama sulle fotografie che fa ad amici e nei posti che ama, e decide di dedicarsi alla pulizia dell'immagine più che può.
Mi sono ritrovato faccia a faccia con le sue foto nel gruppo flickr e l'intervista di oggi è dedicata a lei.
© Veronica Salvini
• La prima cosa a cui pensi appena sveglia?
Ancora 5 minuti!

• Di cosa hai una scorta?
Non resto mai senza: mandorle, rullini, fogli di carta.

• Una parola o un'espressione che ami? E una che odi?
Amo il perenne monito "Il male non ha vegetazione" di Alda Merini e odio la frase supponente "secondo me dovresti smetterla di studiare".
© Veronica Salvini
• Di cosa hai bisogno per essere felice?
Poche cose: Daniele, la mia yashica, acqua e forse un cane (cocker).

• In questo mondo le persone si dividono in?
Amatori e professionisti.

• Un politico, una popstar o un artista che ammiri particolarmente per vari motivi?
Miranda July, un’artista che coinvolge e sorprende sempre. Bisognerebbe imparare da lei.
© Veronica Salvini
• Il luogo più importante di casa tua?
La stanza dello stereo (enorme stereo a cui serve una stanza).

• Tre posti dove dove non sei mai stata e che vorresti vedere?
Bucarest, Montreal e Kyoto.

• Pensando all'Italia, qual è la prima cosa che ti viene in mente?
I vicoli di Roma, la città rosa e senza tempo dove mi è capitato di vivere qualche mese per lavoro. Roma non si scorda mai.
© Veronica Salvini
• Quale città d'Italia ti attrae per il suo ambiente creativo?
Brescia è inaspettatamente una culla di ambizioni creative e un’interessante terreno fertile per musica e moda. Appurate anche voi.

• Cosa volevi fare a 14 anni?
La fumettista.

• Cosa non indosseresti mai?
Ci sto pensando, qualcosa che si scioglie credo.
© Veronica Salvini
• Che cos'è per te la creatività?
Mi viene in mente una citazione da "Fantasia" di Munari, un libro che ogni creativo ha letto "tutto ciò che prima non c'era ma realizzabile in modo essenziale e globale". Direi che non c'è nulla da aggiungere.

• Da cosa trai ispirazione per i tuoi progetti?
Da tutto, dai musei della scienza, a un libro di narrativa, alla chiacchierata con un amico, alle notizie di cronaca, mangio, mi confronto ed elaboro.

• Che definizione hai per la fotografia?
Lo specchio del tempo.
© Veronica Salvini
• Qual è il posto dove riesci a trovare più idee?
La casa dei miei genitori in campagna tra grilli e canti di tortore.

• Che cos'è per te il lusso?
Permettersi di non fare i conti con lo stipendio.

• Un film recente che ti è piaciuto? Perché?
Holy Motors… perché? Guardatelo! Vi sconvolgerà!
© Veronica Salvini
• L'ultimo libro letto?
"La porta proibita" di Terzani.

• Una colonna sonora delle tue giornate?
The Ronettes, Scott Matthew, The Churchill Outfit, Neil Young, Elliot Smith, Corinne Bailey Rae, Billie Holiday, Le Case del Futuro, Claudia is on the sofa, Battisti…

• Un sito che tutti dovrebbero visitare?
© Veronica Salvini
• Cosa o chi consideri sopravvalutato oggi?
Il denaro.

• Un aneddoto indimenticabile legato alla tua attività?
Ricorderò sempre la mia prima passeggiata al terzo piano elettricisti durante l’atto di un’opera nel buio del dietro le quinte sul palco più bello del mondo, quello scaligero. Le voci ovattate dal sipario e i ballerini intenti a sciogliere i muscoli a corte.

• Con chi ti piacerebbe lavorare?
Con ragazzi svegli e solidali... ma ci lavoro già! Gianluca Sturmann e Carlo Lamberti vi adoro!
© Veronica Salvini
• Cosa provi quando rivedi alcuni progetti di due o tre anni fa?
Mamma mia!

• L'ultima cosa che fai prima di dormire?
Stretching.

• Progetti per il futuro?
Un ufficio stile.
© Veronica Salvini
• Link dove è possibile vedere quello che fai o dove seguirti?

• Una frase o un pensiero per concludere l'intervista?
Mai rinunciare a qualcosa di meraviglioso per qualcosa di concreto.

Roberto Arleo   

Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?