2 novembre 2013

DIARY 2.0 | La riunione sindacale - 09

© brunifia
Dentro la macchina blu la grande assente Tempra-Maria-Gioia-Corelei parla a se' stessa rimproverandosi di quanto la sua voce fuoriesca stridula quando parla al telefono: deve essere la limitazione delle onde magnetiche. Quasi si odia... inoltre ha quella cosa che le rode dentro. Decide di inviare un sms con grandi aspettative, conscia che il silenzio fino ad ora sulla ristrutturazione in atto possa compromettere qualcosa tra lei e il fedele sostenitore. Mentre sta per inviare, il semaforo decide per lei e il dito si blocca sull'invio, sull'attesa e il silenzio contingente.
Meglio parlare e guardare quegli occhi blu chiari e elargire una verità nascosta relativa. E così riparte con il proposito di affrontare il suo Mitico-Fortunato-Lento-Corelui, ma solo dopo aver sentito la descrizione dettagliata della lunga partita sordomuti e ciechidenocchio. Decide di non pensarci più infilandosi in un pomeriggio di salti e pesi e sudate e allungamenti e asciugamani bagnati. Più tardi ritorna ai fornelli a spadellare due hamburger freschi, un tazzone di orzo nero bollente e finalmente si perde nella visione di un film con il fico di turno Ben Afflec, rapinatore dal cuore tenero che si innamora del suo ostaggio bancaria. Bendata lei suscita l'invidia di Tempra - Maria Gioia - Corelie che immagina simili giochi in ben altre situazioni, con Mitico-Fortunato-Lento-Corelui.
Stanca delle sparatorie apre il computer con la convinzione che nulla avrebbe piegato l'allegro scrittore sui tasti alla rincorsa dei propri pensieri: scorre avida tutte le mail pubblicitarie e all'improvviso lo sconosciuto chattaro Mitico compare nella lista nera.
Salivazione sale e sfarfallio nella pancia (anche più in basso, ma decide di non sentire). Legge, spalanca gli occhi, si rapisce nell'alfabeto bizzarro che restituisce un impavido e rinnovato Buccheriscrittorefolle che dà teatro delle sue doti e lascia la fantasia violare il confine del manifesto comunismo per lanciarsi nel cambiamento.
Diario - Assenza riunione sindacale Tempra
© brunifia
Oggi si è svolta la partita amichevole tra sordomuti e ciechidenocchio.
La scarsa pubblicità dell'evento ha causato l'assenza di molti dei protagonisti attesi.
Tra tutti spiccava l'assenza di Tempra-Maria-Gioia-CoreLei.
La fatale e provocante giocatrice dei ciechidenocchio provocava sconcerto non solo tra i suoi compagni di squadra, che hanno dovuto fare a meno della parte più consistente dell'attacco, ma tra tutti i partecipanti all'evento, pubblico compreso.
Dopo 5 minuti di lagne, tutti i presenti si rivolgevano all'anziano difensore, suo compagno di squadra, Mitico-Fortunato-Lento-Corelui, chiedendo notizie sulla causa dell'assenza della tanto fotogenica giocatrice.
* Un cronista di rosa, presente all'evento, notava e annotava, un curioso modo di rivolgersi all'anziano difensore sull'assenza della Tempra-Maria-Gioia-CoreLei, come a sottintendere una qualche relazione tra i due.
L'osservazione del cronista partorirà il giorno dopo un titolo a 6 colonne nella pagina rosa Tempra-Maria-Gioia-CoreLei aspetta un bebè da Lento-Andrea.
Ma torniamo alla cronaca.
Dopo uno squallido riscaldamento fatto con stupite battute sull'ovvio di centrocampo, Piglio-VedoMale-Antonio esordiva con un invito al suo compagno di squadra Harry-VedoBene-Stefano a correre sulla fascia della futura ristrutturazione.
Ma subito veniva intercettato dal giocatore dei ciechidenocchio Abbello-cchiappotuttoio-Davide che non poteva fare a meno di (esultare) inseguirlo correndo e urlando a squarciagola (con un) 'No, 3x3 fa 9'.
Ma Harry-VedoBene non si faceva intimorire, e seppure rammaricato reagiva correndo, palla al piede (Vivogliobene-Manonricordo-Stefano) in direzione della porta avversaria, dove però lo aspettavano, senza la dovuta concentrazione, ben due giocatori dei ciechidenocchio.
Panino-Soldino-Gabriele tentava di fermarlo per parlare, ma Harry-Vedobene chiamava in suo aiuto Piglio-VedoMale affidandogli l'incarico vicario di rincoglionirlo lui di chiacchiere, continuando a correre verso la porta.
Ma al limite dell'area di rigore, cos'è? Un ombra melliflua s'insinua a spirale in campo. Sembra minaccioso, forse è un Grunt, ma quando si alza dall'erba tutti possono riconoscere ed acclamare il più quotato centrocampista del campionato Kossiga-Tiperforoconlosguardo-Guido che sembra in grado di fermare l'azione di Harry-VedoBene.
Ma invece di intercettare la palla Kossiga-Tiperforoconlosguardo, con un piatto (maldestro?) allunga la traiettoria della palla come a favorire l'azione di Harry-VedoBene.
*Un cronista sportivo si sporge dalle tribune per osservare la panchina dei Ciechidenocchio, sospettando che l'azione appena vista provocasse una qualche reazione da parte dell'allenatrice, ma quella invece di chiedere il cambio è tutta indaffarata a sbucciare i 4 secchi di Fusaie appena ricevuti in regalo dalla panchina avversaria.
Il giorno dopo sul giornale sportivo appare un titolo a 6 colonne. "Sarebbe stata una partita regolare, fosse stata presente Tempra-Maria-Gioia-CoreLei. Con lei certe cose non succedono"
L'anziano difensore Mitico -Fortunato-Lento è palesemente nel panico. Vorrebbe fermare Harry-Vedobene, ormai lanciatissimo verso la porta, ma è troppo lontano e Abello-Acchiappotuttoio lo tiene fermo per le spalle e lo scuote continuando a ripetergli: "Nooooo 5x4 15, 5x4 15".
Gol. Sordomuti 1 Ciechidenocchio 0
Diario Mitico, riunione Sindacale


Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?