18 ottobre 2013

LIBRI ILLUSTRATI | Aprile. Il pesce rosso di Marjolaine Leray


Capita a volte di sentirsi un pesce fuor d’acqua, si vorrebbe uscire dalla bolla di vetro in cui si ha l’impressione di essere rinchiusi: sembra tutto così difficile! Aprile. Il pesce rosso disegnato da Marjolaine Leray descrive perfettamente la sensazione di sentirsi con l’acqua alla gola.
Aprile è un pesciolino rosso che tiene molto alla sua identità, anche se non ha ben chiaro quali siano le sue prospettive: vorrebbe essere tante cose e avere una vita piena di incontri interessanti, ma la realtà è che ha una brutta bestia che deve domare, una brutta bestia nera che lo tormenta e di cui deve liberarsi. Aprile vuole scoprire il mondo e la sua immaginazione lo porta fuori dai riflessi della sua boccia che gli serve come caleidoscopio per osservare una realtà che vuole cambiare.
Dopo un Piccolo cappuccetto rosso la Logos edizioni scommette ancora sulla matita rossa di Marjolaine Leray che tratteggia un’altra piccola creatura capace di creare un nuovo modo di vedere le cose e di trovare una via d’uscita differente e originale, forse Aprile dovrebbe diventare punk o passeggiare parlando d’amore sotto la Torre Eiffel, ma l’importante è avere diverse idee e soluzioni per sfuggire alla noia. Marjolaine Leray ci riesce con poche linee e colori, con un personaggio semplice e divertente che fa sorridere per quei pensieri buffi che facciamo per sfuggire alla sensazione di quando ci sentiamo un po’ soli e incompresi.
Aprile non ama scherzare: è un pesce molto serio e affronta tutti i suoi interrogativi e i suoi progetti con estrema serietà perché l’essere piccolo e con due occhi grandi non lo rende meno attento ai suoi propositi, quello che deve vincere è la sua solitudine magari i suoi piani lo porteranno lontano o lo condurranno in qualche guaio.
Aprile sa essere ardito esattamente come chi tratteggia i suoi occhioni rotondi: per osare non è necessario complicare le storie e usare figure elaborate, l’illustratrice francese si diverte a proporre dei personaggi che sanno raccontare piccole parti di pensieri e problemi più complicati che hanno come unica risorsa la fantasia e un pizzico di iniziativa.

Non fate scherzi ad Aprile, potrebbe avere un’intuizione e usare un espediente che vi sorprenderebbe, perché Aprile nella sua ampolla di vetro ha capito che basta un po’ di fantasia per sconfiggere la noia.

Marjolaine Leray, Aprile. Il pesce rosso, Logos edizioni, pag. 40, € 10



Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?