9 ottobre 2013

MOSTRE | Martini Light con 60 grandi fotografi e 60 grandi architetti

Gae Aulenti, foto di Guido Harari © Guido Harari /Contrasto
60 architetti ripresi da 60 fotografi in mostra da Martini Light, e con questo si é già detto abbastanza.
La mostra è stata inaugurata ieri. Organizzata in collaborazione con la Fondazione Forma e si svolge nello showroom di Martini Light di Foro Buonaparte 60 a Milano
Michele De Lucchi, foto di Daniele Mattioli © Daniele Mattioli /Contrasto 
Stefano Boeri, foto di Martino Lombezzi © Martino Lombezzi /Contrasto
Una raccolta di 60 ritratti fotografici di altrettanti famosi designers e architetti, legati alla città di Milano sia per l'attività che per la storia professionale, immortalati da vari fotografi contemporanei tra i più importanti e conosciuti.
Istanti durante l'inaugurazione © Roberto Arleo Milano 2013
Istanti durante l'inaugurazione © Roberto Arleo Milano 2013
Carlo Moro, amministratore delegato di Martini, afferma:
Con questo evento abbiamo voluto rendere omaggio alle figure che, con le loro idee innovative, hanno contribuito a plasmare il nostro modo di vivere e abitare lo spazio. E, per una volta, l’abbiamo voluto fare non attraverso i loro progetti e le loro opere, ma attraverso i volti e le storie. Abbiamo così voluto mostrare che dietro a ogni realizzazione, dietro a ogni prodotto, ci sono uomini e donne con la forza di idee nuove e rivoluzionarie, perché così è anche per noi di Martini.
Allestimento della mostra © Roberto Arleo Milano 2013
Opere esposte © Roberto Arleo Milano 2013
L'allestimento.
Il percorso su cui sono disposti i ritratti si articola su due livelli.
L'allestimento é semplice e intuitivo. Coppie di quadri incorniciati di arancione o di nero in base allo sfondo su cui sono disposti. Sul frame di sinistra il ritratto mentre sul frame di destra, delle stesse dimensioni, un breve profilo del designer/architetto e uno del fotografo che ha effettuato lo scatto. Intuitiva la grafica usata per divide e differenziare il profilo del progettista da quella del fotografo. L'illuminazione, neanche a dirlo, é perfetta per questo tipo di esposizione.
Esposizione della mostra durante l'inaugurazione © Roberto Arleo Milano 2013
Esposizione della mostra durante l'inaugurazione © Roberto Arleo Milano 2013
Quando? É possibile visitare la mostra fino al 12 novembre 2013.

Chi sono i 60 architetti/designers e i 60 fotografi? L'elenco completo é il seguente:
Flavio Albanese, foto di Alberto Conti; Giovanni Albera, foto di Cristina Pica; Franco Albini, foto di Marylin Silverstone; Gae Aulenti, foto di Guido Harari; Mario Bellini, foto di Van Mossevelde+N; Dante Benini, foto di Giovanni Malgarini; Cini Boeri, foto di Mauro Galligani; Stefano Boeri, foto di Martino Lombezzi; Mario Botta, foto di Roberto Arcari; Andrea Branzi, foto di Alberto Cristofari; Guido Canali, foto di Ferdinando Scianna; Giulio Cappellini, foto di Roberto Arcari; Piero Castellini, foto di Giovanni Gastel; Achille Castiglioni, foto di Alessandro Tosatto; Pierluigi Cerri, foto di Daniele Dainelli; Aldo Cibic, foto di Paolo Pellegrin; Michele De Lucchi, foto di Daniele Mattioli; Rodolfo Dordoni, foto di Paolo Pellegrin; Cinzia Ferrara, foto di Clarence Gorton; Marco Ferreri, foto di Ferdinando Scianna; Beppe Finessi, foto di Veronica Gaido; Ignazio Gardella, foto di Ferdinando Scianna; Stefano Giovannoni, foto di Paolo Pellegrin; Giorgio Grassi, foto di Ferdinando Scianna; Vittorio Gregotti, foto di Alberto Cristofari; Ferruccio Laviani, foto di Andrea Wyner; Piero Lissoni, foto di Alberto Conti; Italo Lupi, foto di Paolo Pellegrin; Vico Magistretti, foto di Guido Harari; Enzo Mari, foto di Carlos Jones; Alberto Meda, foto di Guenther Schwering; Alessandro Mendini, foto di Paolo PellegrinBenedetta Miralles Tagliabue, foto di Phil Wilkinson; Nicolas Monti, foto di Carlo Ottaviano Casana; Pierlugi Nicolin, foto di Antonio Scattolon; Fabio Novembre, foto di Cesare Cicardini; Aldo Parisotto, foto di Paolo Utimpergher; Marinella Patetta, foto di Leo Torri; Renzo Piano, foto di Mauro Galligani; Giò Ponti, foto di Mauro Galligani; Daniela Puppa, foto di Yoshie Nishikawa; Franco Raggi, foto di Giovanni Gastel; Umberto Riva, foto di Studio Riva; Marco Romanelli, foto di Andrea Basile; Marzio Rusconi, foto di Carlo Ottaviana Casana; Piero Russi, foto di Yoshie Nishikawa; Denis Santachiara, foto di Miro Zagnoli; William Sawaya, foto di Roberto Arcari; Luigi Serafini, foto di Roberto Arcari; Ettore Sottsass, foto di Pete Marlow; Attilio Stocchi, foto di Bruna Rotunno; Filippo Taidelli, foto di Guido De Bortoli; Matteo Thun, foto di Roberto Arcari; Patricia Urquiola, foto di Guido Harari; Claudio Valént, foto di Leo Torri; Paolo Zani, foto di Yoshie Nishikawa; Marco Zanuso, foto di Guido Harari; Marco Zanuso Jr, foto di Molteni & Motta; Cino Zucchi, foto di Erik-Jan Ouwerkerk.
La fotografa Yoshie Nishikawa con alle spalle la sua foto a Paolo Zani © Roberto Arleo Milano 2013
Durante l'inaugurazione abbiamo avuto occasione di parlare con Yoshie Nishikawa che ci ha spiegato come "lo scambio di energia" sia fondamentale per "stabilire la circolarità... il dialogo e il contatto che si creano per formare un cerchio di comunicazione che mette in simbiosi le due anime" quella del fotografo e quella della persona o dell’oggetto che si fotografa.
Ospiti durante l'inaugurazione - © Roberto Arleo Milano 2013
Mentre il fotografo Clarence Gorton ci ha raccontato come é nato lo scatto che é in mostra. 
È stato fondamentale trovare la situazione e l'istante giusto per scattare. Questa foto ha il fascino e la leggerezza di un momento intangibile. "Cogli l'attimo" è il mio motto per questo tipo di foto.
L'architetto Franco Raggi © Roberto Arleo Milano 2013

L'architetto Franco Raggi risponde così in una breve intervista.
• Come é nata la collaborazione con Giovanni Castel? 
Con Giovanni Castel c'é un rapporto professionale antico. Ho lavorato con lui per alcuni progetti, inoltre continua a lavorare con mia moglie nel campo della moda e quindi ci conosciamo da molto tempo. Occasionalmente mi scatta un ritratto e quello in esposizione (del 2012, nda) é uno dei quattro, l'ultimo. Lui è molto bravo, sta migliorando, come dice lui stesso. È un grande fotografo di still life. Anche nella storia della fotografia di moda é uno dei massimi fotografi di oggetti senza la modella. Questa é la sua unicità. Negli ultimi anni é passato al ritratto. Sarebbe interessante chiedere a lui cos'è un ritratto.

Che cos`è l'architettura?
"L'architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico dei volumi sotto la luce. (Le Corbusier, nda)"

Mi sembra di aver già sentito questa definizione...
"La uso comunque (sorride, nda). Di architettura ne ho fatta poca, ma me ne sono occupato molto."

Qual è stato l'incontro più interessante nel campo del design? 
"L'oggetto più bello che ho disegnato é l'incontro con un materiale, il vetro elastico. Lavoravo con Fontana Arte, in quel periodo anche Renzo Piano lavorava nella stessa azienda. Suggerii a Guglielmi (Carlo Guglielmi, presidente di Fontana Arte, nda) di usare questo materiale. L'idea che il vetro si potesse piegare ha dato luogo a un progetto di lampada bellissimo ancora in produzione dopo 25 anni. Un progetto che poteva essere un compasso d'oro."
Alessandro Mendini, foto di Paolo Pellegrin © Paolo Pellegrin /Contrasto
Una mostra che offre un pieno incontro tra fotografia e architettura. Una contaminazione interessante che lascia molto spazio alla riflessione.

Link di riferimento
www.martinilight.com
www.formafoto.it


Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

1 commento :

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?