12 novembre 2013

GRANDI FOTOGRAFI | Herb Ritts, l'evanescenza degli elementi

Trovo che oggi molto spesso ci si preoccupi troppo di avere la macchina giusta, la pellicola giusta, il giusto obiettivo e tutti gli effetti speciali che li accompagnano, per non parlare del computer. Si trascura la cosa essenziale, che è trovare il proprio stile, procedere a tentoni per riuscire a fare finalmente le cose come si sentono.

Herb Ritts nasce a Los Angeles il 13 agosto 1952. Comincia la sua carriera da fotografo alla fine degli anni settanta. Inizialmente scatta ritratta informali agli amici, molti dei quali lavorano nell’industria del cinema. Le foto che lo fanno conosce al grande pubblico sono i primi scatti realizzati a un semisconosciuto di nome Richard Gere e che in poco tempo vengono pubblicati in tutto il mondo.
Herb Ritts, Vestito con veli di Versace, 1990
Le punte dei tacchi non affondano sulla sabbia del deserto ma lasciano solo una lieve ombra sul terreno, è questa l’unica prova che abbiamo che lo scatto sia reale e non frutto della nostra immaginazione. Un gioco di bianco e nero che stilizza e disegna. Un vestito di Versace di cui si percepisce la morbidezza della seta e l’aria che avvolge ogni cosa, il terreno sabbioso in primo piano, una montagna che si perde lontana in un cielo senza nuvole, il vento che accompagna il vestito.

La forza e la ricerca di Herb Ritts è proprio questa, riuscire a fotografare qualcosa di impalpabile e fondamentale come l’atmosfera.


Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?