7 novembre 2013

PROGETTO DI TESI | Pittogrammando, di Dalma Chiaretti

Il Natale si avvicina e perché non inventarsi un nuovo gioco da fare nelle serate in compagnia degli amici? Bene, mescolate un po di allegria, della buona musica e indovinate i titoli delle canzoni! Si, proprio i titoli delle canzoni suggerite sotto forma di pittogramma.
E' il progetto di tesi di una studente dell'Accademia di Belle Arti dell'Aquila, Dalma Chiaretti con il corso di Metodologia della Progettazione. Laureatasi lo scorso 15 ottobre presentando e realizzando una scatola da gioco con 50 carte sulle quali è rappresentato il segno che darà l'indicazione per riconoscere il titolo della canzone.
La tesi di Dalma nasce dal suo grande interesse per la musica e per il design e da qui l'idea di giocare con i simboli. La scelta delle canzoni è atta fatta con l'accortezza di trovare quelle più riconosciute e verificarne l'esattezza del titolo ed effettuare un difficile pensiero mentale che la portasse all'astrazione per poter comunicare in modo più rapido possibile e in uno spazio limitato il concetto, proprio dei pittogrammi, una buona tecnica per procedere in questo senso è vagliare diverse ipotesi in una sorta di operazione di mappatura mentale.


Attraverso associazioni libere è andata ad identificare oggetti-simbolo che possono essere alla base del pittogramma. Associazioni che è andata prima tracciare a mano libera su un foglio per poi realizzarli al computer. Fondamentale nella costruzione di un pittogramma è la definizione di una griglia che serve come struttura di base per costruire tutti i segni. La griglia permette di standardizzare le forme del sistema di pittogrammi che si vanno a creare così da avere spessori e curve coerenti tra di loro.

 Dopo aver definito il disegno dei vari pittogrammi il passaggio successivo è quello di trovare un equilibrio ottico.
A questo punto non resta che illustrare il funzionamento del gioco e le sue componenti!

La scatola contiene:
  • Tabellone, da gioco è composto da diverse caselle, ognuna delle quali è contrassegnata da un colore che indica una categoria, tra queste caselle ce ne sono 8 gialle.
  • Carte: Le carte sono 50 e sono divise in 4 categorie:
  1. fucsia: Canzoni dal 2000 in poi
  2. verde: Canzoni degli anni ‘90
  3. rosso: Canzoni degli anni ‘80
  4. azzurro: Canzoni che vanno dagli anni ’50 a gli anni ‘70
  • Dadi: I dadi in dotazione sono 2
  • Pedine: Sono in dotazione 8 pedine colorate, raffiguranti note musicali
  • Fogli bianchi
  • Matite
  • Clessidra
Regole del gioco:
Si gioca in squadre, composte al massimo da tre persone, le quali sceglieranno un capogruppo.
Tutti i giocatori, all’inizio del gioco, gettano i 2 dadi, chi fa il numero maggiore comincia.
Egli mette la sua pedina sulla freccia rossa che indica il "Via" e lancia ancora i dadi per determinare lo spostamento da effettuare nelle caselle.
A seconda del colore in cui capiterà dovrà pescare la carta corrispondente, se capiterà su una casella gialla sarà lui/lei a scegliere la carta che preferisce e si comporterà a seconda del simbolo riportato sulla casella:

  • quando ci si trova sopra a questa casella si ha la possibilità di disegnare uno dei 3 indizi scritti dietro la carta che scegliamo;
  • quando ci si trova sopra a questa casella si ha la possibilità di accennare vocalmente la canzone indicata nella carta scelta;

  • quando ci si trova sopra si è costretti a lanciare i dadi e retrocedere tante caselle quante la somma
uscita dai dadi.
  • Il capogruppo prenderà una delle carte e la mostrerà alla squadra che dovrà indovinare nel tempo limite di una clessidra. Ogni gruppo ha a disposizione tre aiuti nell’arco di tutta la partita che potrà usare per leggere uno dei tre indizi scritti sul retro della carta.
  • Tutte le volte che una squadra non riesce ad indovinare la carta torna indietro nella posizione in cui era prima.
A questo punto non ci rimane che trovare il modo di metterlo in commercio?
Avete un'idea?


Se l'articolo ti è piaciuto, iscriviti ai feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del magazine, oppure diventa fan della nostra pagina facebook e seguici su twitter. Se hai la passione per la fotografia non perderti il nostro gruppo su flickr e seguici su instagram.

0 commenti :

Posta un commento

Cosa ne pensi? Hai idee migliori?